Tullio Facchinetti

Progettazione e sviluppo di applicazione web per la creazione di mappe di calore

by Tullio Facchinetti

Categories: article thesis lang_it article_it


La tesi di Andrea Stella ha portato allo sviluppo di un framework per la rappresentazione tramite interfaccia web di mappe di calore relative alle facciate di edifici.

L’obiettivo della tesi è quello di realizzare una applicazione web, fruibile quindi tramite browser, in grado di utilizzare delle immagini di edifici raccolte tramite semplici fotografie, e di visualizzare immagini simili a quelle che si possono ottenere con una termocamera, simulando la distribuzione di calore sulla facciata dell’edificio in base alle temperature delle relative stanze.

I valori delle temperature utilizzate per generare la mappa di calore si assume che possano essere acquisiti tramite dispositivi domotici installati all’interno dell’appartamento. La quantità di calore corrispondende alla temperatura di una stanza viene distribuita sulla superficie dell’immagine in base alle caratteristiche dell’edificio.

Workflow proposto

Per ottenere l’obiettivo, è stato formulato un workflow che permette di combinare l’immagine dell’edificio di interesse con i dati acquisiti dal sistema domotico, al fine di renderizzare la mappa di calore sull’immagine.

Il workflow prevede i seguenti passaggi:

Uso di CVAT

CVAT è uno strumento interattivo sviluppato da Google, usato per annotare immagini e video che costituiscono i dataset usati per il training di sistemi di intelligenza artificiale basati sull’elaborazione di immagini. CVAT permette di annotare oggetti associandogli vari tipi di proprietà.

Una schermata di CVAT.

Le principali funzionalità di CVAT che sono state sfruttate nel progetto sono le seguenti:

Nel framework realizzato, partendo dalla fotografia dell’edificio, CVAT viene utilizzato per annotare tre tipologie di elementi: stanze, termosifoni e finestre.

Tra le informazioni che vengono inserite è incluso un codice che identifica univocamente ogni stanza selezionata. Inoltre, viene indicata la tipologia di ciascun oggetto segmentato.

Le informazioni vengono esportate in un file con formato JSON, e descrivono le coordinate in pixel degli oggetti individuati. Un esempio di tale formato è il seguente:

"annotations": [
{
  "id": 0,
  "attributes": {
    "keyframe": true,
    "occluded": false,
    "track_id": 0,
    "ID": 1.0},
  "category_id": 1,
  "bbox": [80.13, 341.38, 308.15, 172.49]
},
...

Esempio di immagine segmentata con CVAT.

Algoritmo di rendering

L’algoritmo di colorazione dei pixel che realizza la mappa di calore è basato sul metodo dei campi potenziali.

Questo metodo prevede che ciascun punto della superfice sia colorato in base alla distanza tra gli elementi significativi nell’immagine, che nel nostro caso sono la posizione dei termosifoni e il contorno della stanza considerata per la visualizzazione della temperatura.

Nel metodo dei potenziali tradizionale si usano i concetti di goal e ostacoli, che rispettivamente attraggono e respongono un punto. Il potenziale di ciascun punto è calcolato in base alla somma dei potenziali di attrazione e repulsione da goal e ostacoli. Nella generazione della mappa di calore, ad ogni pixel viene associato un potenziale che dipende dalla distanza del pixel dagli elementi di interesse, ovvero i termosifoni, che aumentano il potenziale, e i “confini” della stanza, che invece riducono il potenziale. Infine, il valore del potenziale viene usato per ottenere il colore del pixel in base ad una determinata scala cromatica.

Gli ostacoli che riducono il potenziale sono il bordo della stanza, incluse le finestre, mentre il goal che aumenta il potenziale è la posizione stimata del termosifone, tipicamente posto sotto la finestra.

Ci sono alcuni parametri che regolano l’effetto di colorazione:

Risultati

L’effetto di rappresentazione delle mappe di calore è soddisfacente, come si può vedere nelle figure, ed è stato testato con varie immagini e diversi valori delle temperature.

Effetto della rappresentazione delle mappe di calore in tre diversi edifici.

L’effetto invece della variazione dei parametri regolabili può essere invece valutato nelle seguenti immagini. In ciascun insieme di immagini viene modificato un solo parametro, per mostrarne l’effetto.

Effetto della variazione della saturazione.

Risultati ottenuti con la variazione dell'effetto delle superfici fredde.

Risultati ottenuti con la variazione dell'effetto inter-stanza.


Highlights

  • Students and theses
  • Publications
  • Thesis topics
  • Curated awesome list of CLI apps
  • Last updates (English)

  • Students and theses ()
  • Students and theses - English ()
  • Learn enough C to survive ()
  • Workflow for writing theses collaboratively ()
  • Guidelines for theses and presentations ()
  • Projects ()
  • Shortcuts for Bash ()
  • Last updates (Italian)

  • Risultati FdI 21-25 Novembre 2022 ()
  • Studenti e tesi ()
  • Risultati FdI 29 Settembre 2022 ()
  • Risultati FdI 02 Settembre 2022 ()
  • Risultati FdI 28 Luglio 2022 ()
  • Risultati FdI 29 Giugno 2022 ()
  • Interfacciamento client-server con il simulatore di propagazione del calore Energy2D ()
  • List of categories

    article article_en article_it C courses fdi lang_en lang_it latex programming project research results robotics software teaching thesis tips